Aforisma del momento

- Se hai fortuna quando cominci questo mestiere hai davanti a te un maestro. E io questa fortuna l’ho avuta. Un maestro lo riconosci subito. Ti insegna senza clamore. Ti insegna l’etica e l’onestà intellettuale prima di insegnarti la medicina. Ti insegna il rispetto per i pazienti ed i loro cari. Ti insegna un metodo. Ti insegna ad amare questo lavoro, anche quando sei stanco.       -
[Anonimo]

Tubercolosi: necessario contenere le abitudini da fumatore

Tubercolosi.Le morti in seguito a gravi casi di tubercolosi potrebbero essere stroncate tramite controlli particolarmente aggressivi su scala mondiale per quanto riguarda la vendita e relativo consumo di tabacco.

Sanjay Basu, leader del dipartimento di medicina dell'università della California, è a capo degli studi sul fenomeno al fine di ideare una soluzione efficace contro la patologia. Il team ha redatto un vero e proprio modello matematico che mostra la proliferazione dei casi di tubercolosi, oltre che l'influenza esercitata dalle abitudini tipiche dei fumatori incalliti.

Il modello prende in considerazione il cambiamento di abitudini degli individui in relazione al fumo attivo, monitoraggio ed eventuale cura di precedenti casi di tubercolosi e presenza di patologie inerenti come il virus dell'immunodeficienza umana, meglio noto come HIV.

In relazione a precedenti sperimentazioni, gli esiti del lavoro di Basu e dei suoi collaboratori hanno confermato che prendere in considerazione il tabacco provoca un innalzamento dei casi di tubercolosi indotta da 256 a 274, segnando un aumento in percentuale di oltre il 7%.

Stando ai risultati riscontrati nel corso dell'ultimo decennio, attualmente una persona su cinque è fumatrice in forma abitudinaria. Lo studio, il quale è tuttora soggetto ad ulteriori approfondimenti di carattere tecnico, si ripromette di poter prevenire la morte di 27 milioni di invidui entro il 2050 nel caso in cui essa sia in qualche modo legata all'assunzione eccessiva di tabacco.

La formula messa in atto è piuttosto basilare: diminuire l'apporto di fumo attivo dell'1% ogni anno, fino alla sua totale estirpazione dalla vita dei pazienti. Piuttosto inquietanti i risultati di carattere opposto: nel caso in cui la popolazione incrementasse l'assunzione di tabacco, il quantitativo di morti salirebbe di un vertiginoso 34 milioni.

Attenzione! Le informazioni fornite non sostituiscono la diagnosi del medico: servono a rendere il paziente maggiormente consapevole di ciò che potrebbe essere, ma si consiglia sempre di chiedere consulto al medico, che tramite una visita è in grado di svolgere una diagnosi più accurata e prescrivere eventuali cure.